Il marito voleva dare via il figlio disabile – 29 anni più tardi, la moglie è felice di aver divorziato

Quando Ding Ding è nato in una città della Cina centrale, 29 anni fa, i medici pensarono che il suo primo respiro sarebbe stato anche l’ultimo. A causa di una complicazione del parto, Ding Ding era rimasto soffocato quasi a morte e questo gli aveva causato una mancanza di ossigeno al cervello. Ciò portò a una successiva diagnosi di paralisi cerebrale, riporta il South China Morning Post.

I medici dissero a sua madre, Zou Hongyan, che l’opzione migliore sarebbe stata quella di dare via il bambino, perché avrebbe potuto non farcela, o crescere, ma essere un “portatore di handicap o con scarsa intelligenza”. Il padre di Ding Ding era d’accordo con i medici e disse a sua moglie che avrebbero dovuto separarsi dal bambino. “Lui sarà solo un peso per la vita della famiglia”, disse il padre.

Ma la madre Hongyan Zou si rifiutò di ascoltare sia il medico che il coniuge.

South China Morning Post

South China Morning Post

Divorziò dal padre di Ding Ding e decise di crescere suo figlio da sola. Per guadagnare da vivere per sé e Ding Ding, Zou Hongyan cominciò a lavorare a tempo pieno in una scuola e a fare due lavori part-time. Dedicò poi tutto il suo tempo libero a suo figlio. Lei lo portava alle cliniche di riabilitazione, gli massaggiava i muscoli intirizziti e cercava di risolvere un sacco di enigmi con lui.

Zou Hongyan era determinata a dare a Ding tutte le possibilità per poter realizzare grandi cose. Persisteva quindi in tutto quello che faceva con il figlio, cercando di insistere particolarmente nelle aree in cui lui aveva maggiormente bisogno di sviluppare la sua conoscenza e intelligenza.

– Non ho mai pensato che ci saremmo dovuti vergognare per i suoi problemi fisici. Dal momento che era carente in alcune attività, sono stata piuttosto severa con lui, perché ha dovuto lavorare duramente per recuperare ciò in cui aveva difficoltà – racconta la madre Zou Hongyan, secondo il South China Morning Post.

Ad esempio, la paralisi cerebrale rendeva difficile per Ding Ding usare le bacchette. E anche se molti parenti pensavano che fosse comprensibile che Ding Ding non mangiasse con le bacchette, la madre Zou Hongyan ha sempre insistito affinché cercasse di imparare.

Ora, 29 anni dopo, il duro lavoro e i sacrifici della madre hanno dato i loro frutti. Ding ha preso una laurea in ingegneria all’Università di Pechino nel 2011 e ora studia in una delle scuole migliori al mondo: Harvard.

L’ormai 29enne, Ding, dice che spesso sente la mancanza di sua madre, che vive ancora in Cina – e la descrive come il suo “mentore spirituale”.

South China Morning Post

South China Morning Post

Secondo Xinhuanet.com, Ding ha anche detto che deve ringraziare sua madre per il suo successo scolastico, così come per il fatto che di essere riuscito a superare molti ostacoli fisici. Tutto grazie all’incredibile tenacia di sua madre, la sua determinazione e il suo impegno!


You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *